Dagli integratori per prevenire l’osteoporosi al cerotto spray, tutti prodotti nel modo più sostenibile possibile. DN360 è una start up nata per unire esperienze professionali maturate nei campi della valorizzazione delle risorse ambientali, dell’ingegneria chimica, della biologia e tutela della salute. Collabora con le Università di Pisa e di Firenze e con gli Istituti di Ricerca del CNR di Pisa.

Cosimo Masini, tante competenze in campo. Di cosa vi occupate?
Principalmente di integratori alimentari e dispositivi medici. Ci occupiamo di progettazione, ricerca e sviluppo di prodotti per la nutraceutica. Abbiamo messo a punto formulazioni particolari per il rilascio controllato del calcio, per la prevenzione dell’osteoporosi, e stiamo studiando altre formulazioni per la macula. Un altro prodotto a cui lavoriamo è un cerotto spray per la rimarginazione delle ferite. La progettazione che andiamo a fare con questi integratori tiene conto dell’economia circolare: andiamo ad analizzare il ciclo di vita dei prodotti, in modo da ottimizzare la produzione e renderla il più sostenibile possibile.

Come state sviluppando la vostra attività?
Siamo partiti dall’osteoporosi per occuparci poi di integratori per lo sport, del problema dell’occhio e dei cerotti spray. Il tutto integrando gli studi con il mondo delle biotecnologie.

Perché ha scelto di candidarsi a Primavera d’impresa?
Può essere una vetrina interessante. L’idea è quella di partire con la Toscana per testare il prodotto e il modello.

Cosa vi interessa approfondire tra i focus proposti da primavera d’Impresa?
Siamo interessati ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare. Di come fare sistema a livello territoriale e locale, in particolare per quanto riguarda le bio tecnologie.